Poltrona Relax, come pulirla e smacchiarla

Poltrona Relax, come pulirla e smacchiarla

La poltrona relax è un oggetto sempre più italiani vogliono dentro la loro casa. Può essere un utile ausilio per anziani con difficoltà motorie oppure una comoda compagna per le serate di relax in casa. Soprattutto se parliamo di poltrone per anziani, uno degli aspetti che più ci interessa, fin dall’acquisto, è la possibilità di lavarla o smacchiarla. È infatti normale, soprattutto se la poltrona viene usata per molte ore, magari anche per mangiare, che qualcosa vada a finire sopra il rivestimento, sia esso in tessuto o ecopelle. Le macchie che una poltrona potrebbe avere, se viene a contatto con caffè, cibo qualunque altra sostanza, potrebbero rovinare l’estetica di un oggetto che tanto abbiamo cercato e desiderato e che alla fine siamo riusciti ad incastrare perfettamente nella nostra casa.

Se anche tu hai il dubbio di come fare a smacchiare una poltrona relax per anziani e hai paura di acquistarne una temendo che si rovini, segui questa nostra breve guida e vedrai che smacchiare e pulire il tessuto di rivestimento di una poltrona è più semplice di quanto possa sembrare.

 Di cosa ho bisogno per smacchiare una poltrona relax per anziani?

Per prima cosa vogliamo specificare che spesso, i nostri modelli, sono sfoderabili, almeno in parte. Poter togliere la fodera agli elementi più esposti all’usura e alle macchie è un modo molto semplice per lavarle e da una certa sicurezza di poter usare la propria poltrona in tutta comodità.

Non è però sempre necessario sfoderare la poltrona per poterla pulire, soprattutto se stiamo parlando di piccole macchie ben definite e magari appena fatte.

Nei nostri video vi mostriamo infatti come una macchia di caffè, che è una delle sostanze più odiose da far andare via dai tessuti, sia facilmente lavabile con pochi elementi che tutti noi abbiamo sempre a disposizione nelle nostre case. Di cosa abbiamo quindi bisogno per smacchiare una poltrona? Sembrerà strano ma servono solo un panno, un po’ di acqua e sapone neutro, e magari un piccolo pezzo di carta assorbente, di quella che usiamo ogni giorno in cucina. Tutto qui, niente detersivi professionali o prodotti specifici. Bastano solo un po’ di cose che possiamo trovare tranquillamente dentro la credenza o dentro l’armadietto del bagno.



 Come devo procedere per smacchiare la poltrona?

Se guardi i nostri brevi video ti accorgi che pulire una macchia, soprattutto se è appena fatta, è molto più semplice di quello che si può pensare. Come vedi, iniziamo con mettere un cucchiaino di caffè sopra un campione di tessuto. Si, lo facciamo apposta perché siamo più che sicuri del risultato che andremo ad ottenere!

Dopo che abbiamo versato il caffè sul tessuto, ti accorgerai che il liquido non penetra, ma resta in superficie. Questo è dovuto al fatto che i tessuti sono trattati con un procedimento che li rende impermeabili. Grazie a questo trattamento, i liquidi e i grassi che vengono in contatto con la superficie della poltrona, non penetrano, ma rimangono lì sopra, in attesa che li pulisci.

È proprio questo che andiamo a fare subito dopo aver versato il caffè, tamponiamo il tessuto con un pezzo di carta assorbente. La carta assorbe il grosso della macchia che è rimasto in superficie, e rende il compito di pulizia più semplice perché ora dobbiamo solo togliere il fastidioso alone che è rimasto.


 Come tolgo la macchia che rimane sul tessuto?

Per togliere i residui del liquido o del grasso che rimangono in superficie, il procedimento migliore è quello che ti mostriamo nei nostri video. La soluzione ideale è quella di passare il tessuto, sia idrorepellente che ecopelle, con un panno appena imbevuto di sapone neutro. Non bisogna usare dei detergenti troppo aggressivi, anche perché non servirebbe, dato che le macchie non penetrano a fondo e sono facili da togliere.

Quando abbiamo cosparso la macchia di sapone, è il momento di sciacquarla. Noi utilizziamo lo stesso panno in microfibra, lo immergiamo in una ciotola piena d’acqua per togliere il sapone, e poi passiamo velocemente sopra il panno, per portare i residui di sporco misti al sapone neutro. A questo punto non occorre che asciugare il tutto. Con un panno pulito e asciutto tamponiamo sopra l’alone, che ora è formato solo da acqua, e togliamo il più possibile il liquido rimasto. Ci rendiamo conto, guardando i nostri due video, che dopo aver tamponato, il lavoro sull’ecopelle è finito. La macchia se ne è andata e la superficie è asciutta. Per quanto riguarda i tessuti invece dobbiamo aspettare qualche minuto per lasciare che tutto si asciughi. Alla fine però ci rendiamo conto che nessuna traccia di sporco è rimasta, e che il tessuto è perfetto, pulito e uguale a quando abbiamo iniziato la nostra prova.

 Prova superata?

Direi proprio di si. La poltrona relax, se rivestita con i giusti tessuti, dura nel tempo, e si presenta sempre nuova, come se la aveste appena acquistata. Basta avere l’accortezza di non lasciare troppo tempo le macchie sulla superficie, ed agire in maniera tempestiva per riuscire a togliere tutto lo sporco senza lasciare alcuna traccia.

Non c’è nessun problema quindi se un nostro parente usa la sua poltrona per anziani per mangiare o se la sporca in qualsiasi altro modo. I tessuti sono studiati apposta per lasciar passare il meno possibile i liquidi e i grassi, e lasciare la poltrona così sia più pulita che più igienizzata.

 

 

Posted on 28/02/2017 0 720

Leave a CommentLeave a Reply

You must be logged in to post a comment.
Compare 0
Prev
Next

No products

To be determined Shipping
0,00 € Tasse
0,00 € Totale

I prezzi sono tasse incluse

Procedi con l'ordine